SCIA Roma

Evasione veloce online pratiche SCIA a Roma

Lasciaci i tuoi contatti e ti richiamiamo, valutiamo la tua pratica
e la risolviamo rapidamente.

7 + 3 =

Certificato Energetico
Scia
Cila
Pratiche Catastali
Pratiche Comunali
Altre Pratiche

 

Cos’è la SCIA?

La Scia Roma “Segnalazione Certificata Inizio Attività”, introdotta dalla Legge 78/10 art. n. 49, in sostituzione alla D.I.A. per tutti gli interventi edilizi di cui all’art. 22, c. 1 e c. 2, del T.U. D.P.R. 380/2001, è un titolo abilitativo edilizio, che consente al cittadino di eseguire lavori edilizi di entità contenuta. La durata di un certificato SICA è di tre mesi, ed i lavori possono cominciare subito dopo aver presentato la segnalazione presso l’amministrazione comunale. Prima di presentare la Scia è necessario possedere tutta la documentazione necessaria per la realizzazione dell’intervento e assicurarsi di rispettare i requisiti di legge, cosa per cui ci si può avvalere della consulenza di Catastoweb.

In quali casi occorre richiedere la SCIA?

La SCIA deve essere richiesta per eseguire le seguenti tipologie di lavori:

  • interventi di manutenzione straordinaria su strutture portanti;
  • interventi di manutenzione ordinaria di cui all’ art. 24 c. 21 delle N.T.A. del P.R.G.;
  • interventi di restauro e risanamento conservativo;
  • parcheggi pertinenziali;
  • parcheggi a raso su aree asservite a fabbricati esistenti;
  • varianti in corso d’ opera ad istanze in corso di validità;
  • varianti in corso d’ opera, non essenziali, a Permessi di Costruire;
  • interventi in sanatoria ai sensi dell’art. 37 comma 5 del D.P.R. 380/01 e art. 22 c. 2 lett. “c” della L.R. 15/2008.
  • intervento di CdU2 consistente nel cambio di destinazione d’uso all’interno della stessa categoria generale se non connesso ad intervento di ristrutturazione edilizia pesante.

In generale, SCIA comprende tutti gli interventi non riconducibili all’attività di edilizia libera. Tali interventi non possono incidere sui parametri urbanistici e sulle volumetrie, né modificare la destinazione d’uso, la categoria edilizia o la sagoma dell’edificio.

Come presentare la SCIA a Roma

La SCIA Roma deve essere presentata all’Ufficio Tecnico del Municipio di competenza o allo sportello unico per l’edilizia di Roma, firmata da un Tecnico Abilitato alla progettazione (Ingegnere, Architetto, Geometra o Perito), completa di progetto grafico, relazione tecnica, riferimenti normativi, nazionali e locali e certificazione che il progettista si assuma la responsabilità che le opere siano in conformità degli strumenti urbanistici vigenti al tempo dei lavori.

Al momento di presentare la domanda SCIA  occorre presentare:

  • Modulo Scia in duplice copia asseverata da un tecnico abilitato;
  • Relazione Tecnica Asseverata, ai sensi dell’art. 6 c. 4 del D.P.R. 380/01 e s.m.i., a firma di un tecnico abilitato
  • Dichiarazione asseverata del tecnico abilitato riguardante l’assenza di rapporti di dipendenza con l’impresa e la conformità dei lavori ai regolamenti edilizi vigenti
  • Elaborato grafico in triplice copia costituito da stato di fatto e di progetto e stato comparativo, a firma di tecnico abilitato;
  • Documento Unico di regolarità Contributiva (D.U.R.C.) delle imprese esecutrici dei lavori;
  • Dichiarazione sostitutiva di certificazione attestante la titolarità alla presentazione della comunicazione;
  • Copia fotostatica fronte-retro del documento di identità in corso di validità del richiedente dell’autorizzazione.
  • Estratto di mappa catastale rilasciato dall’Agenzia del Territorio;
  • Planimetria catastale dell’ immobile in oggetto;
  • Pareri, autorizzazioni, atti di assenso, eventualmente previsti da normative di settore (es. Autorizzazione Soprintendenza per i beni architettonici ed il paesaggio, ecc.).

SCIA. Roma Segnalazione Certificata di Inizio Attività

SCIA semplifica l’ottenimento dei permessi necessari all’avviamento di un’attività di affittacamere, Bed and Breakfast e case vacanze a Roma. Se il tuo appartamento rispetta la normativa vigente in merito alle attività extra-alberghiere, soddisfando i requisiti specificati dal regolamento turistico regionale e dal regolamento edilizio del comune di Roma, dovrai solo presentare una comunicazione allo sportello unico per le attività ricettive del comune di Roma (SUAR).

SCIA per locazioni turistiche (affittacamere, bed and breakfast, case vacanze)

Le strutture ricettive vengono categorizzate in sette tipologie dal regolamento regionale delle strutture extra alberghiere:

Affittacamere – massimo sei camere in uno o due appartamenti ammobiliati di uno stesso stabile. L’affitta camere provvede alloggio, eventuali servizi complementari e non comporta il cambio di destinazione d’uso ai fini urbanistici

Ostelli per la gioventù – strutture ricettive finalizzate al soggiorno e pernottamento di giovani, anche accompagnati o in gruppo, per periodi limitati.

Case vacanze – Immobili arredati per l’affitto ai turisti per periodi inclusi tra i tre giorni e i tre mesi. La somministrazione di alimenti, bevande e altri servizi non è consentita.

Case per ferie – le strutture ricettive attrezzate da enti pubblici, associazioni o enti religiosi operanti senza scopo di lucro.

Bed and breakfast – Alloggio e prima colazione fornito da persone residenti nella struttura, tramite la messa a disposizione delle camere in eccesso per periodi limitati e saltuari (è previsto un periodo minimo di inattività di 60 giorni l’anno, e un limite massimo di tre camere e sei posti letto).

Alberghi diffusi – Strutture ricettive organizzate in diversi stabili distanziati non più di trecento metri all’interno di piccoli centri storici o aree urbane indicate dal comune, autorizzate a fornire vitto, alloggio ed altri servizi.

Rifugi montani – Strutture ricettive idonee ad offrire ospitalità e ristoro ad alpinisti in zone isolate di montagna.

Norme di riferimento

D.P.R. 380/01 e ss.mm.ii.;
Legge Regionale n° 15/2008;
Legge 122/2011;
Regolamento Edilizio del Comune di Roma;
Regolamento Edilizio Sanitario del Comune di Roma;
D.Lgs 42/04 Codice dei beni culturali e del paesaggio;
Decreto Ministeriale 37/2008 (Impianti tecnologici);
Delibera A.C. n° 49 del 08 luglio 2011;
L. 241/90 art. 19, così come modificato dal D.L. 70/2011;
Legge 106/2011.

SCIA – Segnalazione Certificata di Inizio Attività. Chiama ora per un preventivo gratuito!

Preventivo Gratuito

Online o di persona, esperti in sede nello studio di Roma.

Catastoweb è il sito internet gestito del Geometra Riccardo Eusepi, attraverso il quale e’ possibile ordinare il disbrigo delle pratiche catastali e comunali risparmiando tempo e denaro.
I servizi offerti e rivolti sia ai privati sia ai professionisti ed Enti del settore, comprendono per la sezione Catasto, la redazione delle pratiche DOCFA e PREGEO, la richiesta di correzione dei dati catastali, istanze di rettifica e domande di voltura, mentre nella sezione Comune, vengono offerti i servizi dedicati alla redazione delle DIA, CILA, Permesso a Costruire, Piano Casa, Condono Edilizio e comunque quelli legati agli interventi edilizi su proprietà private.
Oltre a questi, vengono offerti servizi tecnici di misurazione (rilievi topografici), valutazione (perizie giurate e stime), attestazione (qualificazione e attestazione energetica) e fiscali (successioni e divisioni ereditarie).
Il Geometra Riccardo Eusepi puo’ contare sulle competenze di un gruppo di professionisti dotati di una pluriennale esperienza nei settori tecnici del Catasto, del Comune e della topografia in grado di garantire qualita’, velocita’ e professionalita’ al massimo livello.

Come possiamo aiutarti?

Contatti

Scrivici

Risponderemo al più presto

 

Catastoweb | Geometra Riccardo Eusepi

P.IVA | 06924081000

Telefono | +39.06.64463827

Email | info@catastoweb.com info@catastoweb.com

Indirizzo | Via Teodolfo Mertel, 62 00167 Roma (RM) Italia

10 + 13 =